rose solidal coop

Rose tre volte speciali perché profumano di valori, rispetto e sostenibilità
 
La produzione di fiori nei Paesi in via di sviluppo ha spesso gravi implicazioni sia ambientali che sociali: le condizioni di lavoro sono tra le più dure e l'utilizzo di pesticidi e di diserbanti produce gravi danni all'ambiente e alla salute dei lavoratori.

Le rose Solidal Coop sono certificate Fairtrade, l'unico sistema che lavora per assicurare condizioni di lavoro dignitose per le persone assunte e che tutela all'origine il rispetto per l'ambiente e le colture locali.

Grazie a Fairtrade, le vendite delle rose generano un margine economico aggiuntivo (il Premio Fairtrade) da investire in progetti sociali e sanitari per le comunità di appartenenza.
 
Il progetto Rose Solidal 

Da più di 10 anni Coop ha introdotto le rose certificate Fairtrade provenienti dal Kenya all’interno della linea Solidal, dedicata ai prodotti equosolidali.

Il Kenya è uno dei maggiori produttori di fiori al mondo: la manodopera costa poco e non ci sono controlli negli ambienti di lavoro che spesso sono insalubri e pericolosi.
Questo tipo di produzione può richiedere infatti fino a 80 passaggi chimici durante il ciclo produttivo e molti lavoratori sono privi di contratto, non ricevono uno stipendio dignitoso, lavorano fino a 20 ore al giorno e non utilizzano alcuna protezione mentre maneggiano i pesticidi.

Le rose Solidal arrivano da tre cooperative Fairtrade: Simbi Roses, Oserian e Karen Roses, scelte per il loro impegno nella sostenibilità ambientale e sociale.

In queste realtà le rose vengono coltivate con la tecnica della coltura idroponica, che assicura il risparmio di acqua del 40% rispetto ai metodi di coltura tradizionali e che evita la dispersione di pesticidi nel terreno.

Oltre a benefici di tipo ambientale, la produzione di rose Fairtrade garantisce ai lavoratori, per la maggior parte donne, occupazione stabile (ovvero la garanzia di un contratto di lavoro a tempo indeterminato dopo 8 mesi dall'assunzione), salari superiori al minimo legale previsto dalla legislazione del Kenya, rispetto dei diritti di associazione per i lavoratori, un contributo per la casa.

Grazie al Premio Fairtrade, una somma di denaro ulteriore che i lavoratori gestiscono direttamente, è stato possibile costituire un ambulatorio per i figli delle dipendenti, assicurare la frequenza gratuita della scuola, aiutare le famiglie in difficoltà all’interno delle comunità. .
 


TUTTI I PRODOTTI SOLIDAL

 

I ritratti dei produttori


DA DOVE VIENE IL TE' SOLIDAL

Vita familiare


La salute è per tutti


La scuola e l'infanzia


La fabbrica del Tè


Storie di donne