Imposta il tuo punto vendita preferito
Avviso di richiamo prodotti

News dal mondo Coop

06/05/2016 - [Tutto Coop] [Prodotto Coop]

Coop e olio di palma.

Coop sostituisce l'olio di palma
 in tutti i suoi prodotti alimentari a Marchio Coop.

In seguito alla pubblicazione del dossier EFSA che evidenzia la presenza di alcuni composti contaminanti nell'olio di palma, il cui consumo con percentuali importanti viene sconsigliato soprattutto a bambini e adolescenti, il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha chiesto al Commissario Europeo per la salute e la sicurezza alimentare Vytenis Andriukaitis di avviare una verifica urgente ed approfondita.

In base a questi nuovi elementi Coop, coerentemente con il "principio di precauzione" da sempre applicato, ha sospeso la produzione dei prodotti a proprio marchio che contengono olio di palma.

Per questi prodotti Coop accelererà il processo di sostituzione dell'olio di palma, privilegiando l'impiego di olio extravergine di oliva o olii monosemi e ricorrendo a ricette e formulazioni nutrizionalmente più equilibrate.

Coop ha già sostituito l'olio di palma in oltre 100 prodotti a marchio Coop molto importanti; tra questi ricordiamo i prodotti delle linee destinati ai bambini "Crescendo" e "Club 4-10", così come i prodotti della linea "Viviverde" e la crema spalmabile Solidal Coop.

La sostituzione dell'olio di palma nei rimanenti 120 prodotti a Marchio avverrà nei prossimi mesi. Ci scusiamo quindi con i clienti e i soci per le mancanze temporanee di alcuni prodotti nei nostri punti di vendita.

Coop tutela i consumatori applicando i concetti di corretta ed equilibrata alimentazione. Per questo abbiamo avviato da molto tempo programmi di riduzione dell'utilizzo di tutte le sostanze che se assunte in quantità elevate possono produrre problemi alla salute, come il sale, gli zuccheri, i grassi. L'odierna decisione di eliminare l'olio di palma rientra in queste scelte di fondo.

Le materie prime di tutti i prodotti Coop sono consultabili sul sito del Catalogo.

Casalecchio di Reno, 6 maggio 2016

 



Share