Orto sul balcone: 10 cose da seminare in primavera

ORTO SUL BALCONE: 10 COSE DA SEMINARE IN PRIMAVERA

Primavera che meraviglia! Un’esplosione di colori e sapori e la possibilità, per chi ama dedicarsi all’orto fai-da-te sul balcone o in giardino, di mettere a dimora numerosi ortaggi.

Da marzo a giugno, infatti, si possono avviare coltivazioni che rappresentano le basi degli splendidi raccolti dell’estate. Maggio, per esempio, è il mese più propizio per procedere di semina e di innaffio.

È il momento, insomma, di dedicarvi alle semine e ai trapianti, ma tenendo ben presente una cosa: non anticipate di troppo le attività nell’orto, perché agli inizi della primavera sono sempre possibili nuovi ritorni di freddo. È bene, quindi, che la semina e il trapianto di determinati ortaggi avvengano solo quando è finito del tutto il rischio gelate.

In ogni caso, è questo il momento in cui si ha più scelta negli ortaggi da piantare: è possibile seminare gli ortaggi estivi come le zucchine, le melanzane, i peperoni, le lattughe e i pomodori, o procedere al loro trapianto. Per quanto riguarda i frutti, è il periodo per seminare angurie e meloni e trapiantare i mirtilli e, quanto alle erbe aromatiche, dedicarvi alla semina di basilico e prezzemolo.

Per tutti vale una sola regola: un orto sul balcone richiede dedizione e tanta tanta pazienza e la capacità di scegliere i semi da interrare soprattutto in base al luogo in cui si vive e al terreno di cui si dispone.

Ecco 10 cose da coltivare in primavera:

Anguria
Già ad è consigliabile seminare l’anguria in contenitori posti sotto protezioni, poi, agli inizi di maggio, trapiantate o seminate in pieno campo, attendendo i primi raccolti per la seconda metà di giugno. In tutte le fasi, tenete sempre pulite le aiuole dalle erbe infestanti.

Bietole da coste e da taglio
Si possono seminare da aprile a fine giugno e in pieno campo fin da aprile.

Basilico
Del basilico si può anticipare la semina in contenitori al coperto fin dal mese di marzo, poi è possibile seminare in pieno campo.

Cavoli
Cavolfiori, cavolo cappuccio, ma anche broccoli e cavolo verza. Tutti si seminano in questo periodo e il raccolto avrà inizio a fine estate o a fine giugno se avrete scelto varietà molto precoci.

Cipolla colorata
Tra aprile e maggio vanno avviati i trapianti precoci, mentre il raccolto ha in genere inizio a giugno.

Cicoria
La varietà da taglio può essere seminata fin da aprile fino alla metà di maggio, periodo più propizio per seminare in pieno campo la cicoria selvatica.

Cavolino di Bruxelles
La semina del cavolino di Bruxelles può partire nei primi giorni di maggio in contenitori, mentre in pieno campo vanno seminati entro la metà di giugno. I cavolini di Bruxelles possono essere facilmente coltivati anche in vaso.

Finocchio
Da fine giugno potete iniziare a seminare i finocchi in contenitori alveolati soltanto per le varietà precoci.

Fagioli e fagiolini
Fagiolo e fagiolino vanno bene da metà aprile in pieno campo. Contro i ritorni di freddo, tenete pronte delle piccole serre, perché la germinazione potrebbe risentirne.

Ravanelli
Possono essere seminati dall’inizio della primavera fino alla fine dell’estate. Il clima, insomma, non deve essere troppo caldo, anche se è utile sapere che il ravanello ama una buona esposizione al sole.

E poi ancora: questo è il momento di seminare anche piselli, lattuga, lattughino da taglio, rucola, meloni, cetrioli, barbabietole, asparagi, carote, melanzane, peperoncini, zucchine, zucca e indivia.
Un’ottima idea? È senza dubbio quella di affidarsi alla vasta offerta di semi della linea vivi verde Coop.