Imposta il tuo punto vendita preferito
Avviso di richiamo prodotti

Come preparare l'orto o il giardino alla semina primaverile

Come preparare l'orto o il giardino alla semina primaverile

A ogni stagione il suo prodotto e con l'arrivo della primavera si ha un'esplosione di colori e di buoni sapori. Per sapere cosa coltivare e soprattutto quando, vi sarete già dotati di un calendario delle semine con tanto di fasi lunari e, soprattutto, se il vostro orto o il vostro giardino lo seguite come un figlio, avrete già "mosso" la terra nei mesi scorsi, concimata e fatta riposare per tenerla pronta proprio adesso, in primavera.

È in autunno inoltrato, infatti, che si prepara il terreno per le nuove piantagioni primaverili, in modo da dare al suolo la possibilità di rimanere esposto agli agenti atmosferici e migliorarne così la struttura. Una pianta, infatti, per crescere nella maniera migliore e compiere il suo ciclo vitale, dev'essere posta in un terriccio fertile che abbia la giusta tessitura.

E sarà ad aprile, poi, quando le temperature saranno diventate più miti, che potrete procedere al trapianto in piena terra delle piantine seminate precedentemente nei semenzai e dedicarvi ad ulteriori semine direttamente nell'orto o nei vasi.

Cosa seminare in primavera? Beh, c'è davvero l'imbarazzo della scelta: ad aprile si può iniziare la semina di tutti gli ortaggi che assaporeremo nei mesi estivi. È il momento, infatti, di seminare pomodori, zucchine, melanzane e peperoni, ma anche rucola a foglia larga o selvatica, lattughe e lattughino.

La primavera, inoltre, è anche il momento dell'anno più adatto alla semina e alla coltivazione delle erbe aromatiche e officinali (anche in vaso). Cosa c'è di più magico che veder crescere un vero e proprio giardino erboristico personale, con erbe e fiori da utilizzare a scopo curativo o in cucina, da essiccare o da utilizzare freschi? È ora, dunque, il momento di seminare il basilico, il prezzemolo, l'erba cipollina, la malva, la camomilla, la stevia, la calendula, la menta, l'origano, la passiflora e tutte le altre piante per le quali è necessaria una semina primaverile. Se proprio non riuscite a fare tutto, potreste comprare piantine già pronte provenienti da coltivazioni biologiche.

La passione per l'orto, insomma, ma anche solo di un terrazzo "coltivato", e la possibilità di avere a disposizione prodotti genuini, è qualcosa che va seguita e curata 12 mesi all'anno. E, attenzione, non è un lavoro da improvvisare, ma un percorso certosino che alla fine di soddisfazioni ne dà davvero tante.

Anche per questo "mestiere" ci sono regole ben precise che non vanno perse di vista, per coltivare orto e giardino il meglio possibile:

1. Stagionalità, meglio se la conoscete. È per questo che è utile un calendario delle semine con indicate le fasi lunari

2. Spazio e tempo,  è necessario individuare lo spazio giusto (e per chi non ha il giardino o il terrazzo un orto in piena terra è la soluzione migliore) ben soleggiato e ben ventilato, e dedicare alle piante il giusto tempo con cure quotidiane

3. Buona terra, per mantenere un buon livello di fertilità scegliete un compost vegetale biologico o un terriccio universale. Ideale per la coltivazione di tutte le piante da orto, sia in contenitore che in piena terra, è il terriccio per orto vivi verde Coop. Senza torba e completamente biologico, è indicato per la coltivazione di piante da orto e da giardino. Scegliere un terriccio senza torba è un buon gesto verso l'ambiente, perché aiuta a contrastare i cambiamenti climatici, in quanto le torbiere sono ambienti ricchi di acqua e vegetazione e l'estrazione di torba mette a rischio l'estinzione di specie animali e vegetali e sprigiona anidride carbonica.

4. Semi e piantine, selezionate tutto accuratamente a seconda che si lavorino ortaggi a ciclo lungo o a ciclo corto breve.

5. Acqua e temperatura, perché le vostre preziose colture crescano adeguatamente, è necessario che il terreno sia sempre umido e fate attenzione all'andamento del tempo. Ricordatevi che in certe zone anche ad aprile il rischio di gelate notturne è ancora alto, per cui proteggete bene le piantine con dei teli isolanti.

6. Parassiti, per limitare attacchi di insetti, scegliete ortaggi che si adattino meglio al clima e al territorio dove vivete.

Buona coltivazione!

TERRICCIO UNIVERSALE
TERRICCIO ORTO