Rapporto sostenibilità e valori 2013

 

Siamo all'ottava edizione del Rapporto di Sostenibilità del Prodotto a Marchio Coop, esperienza unica che coniuga performance economico-sociali con la coerenza della missione affidata ai Prodotti a Marchio Coop: quella di coesione tra l'impresa e i suoi valori; la responsabilità di esserne la sintesi.

I valori del Prodotto a Marchio Coop sono da sempre rappresentati da alcune parole chiave: Sicuro, Buono, Conveniente, Etico ed Ecologico. Attorno a questi cardini, che per noi sono imperativi dell'agire quotidiano, ruotano persone, processi, regole e risorse economiche messi in campo ogni giorno per renderli concreti e attuali. Solo l'applicazione coerente e sistematica del nostro modo di essere impresa cooperativa consente di raggiungere i risultati che presentiamo.

Nonostante un 2013 economicamente difficile, che in molti casi ha visto anche una contrazione dei volumi di vendita complessivi, il nostro Prodotto a Marchio continua a crescere: nelle quote di vendita, nel gradimento, nella fiducia. È il segnale preciso di come, quando si riescono a coniugare Valore e Valori, i cittadini, che sono molto più che semplici consumatori, premiano con le loro scelte e la loro fiducia chi riesce in questa difficile prova.

Il 2013 è stato anche l'anno di un'altra grande sfida: la campagna "Origini trasparenti", una campagna consumerista, coraggiosa e rischiosa, coerente con quello che forse è il primo dei nostri valori: la trasparenza. Trasparenti verso i nostri soci e consumatori, verso i nostri produttori e i molteplici portatori d'interesse, raccontiamo la verità su un tema di grande attualità e rilevanza: l'origine delle materie prime con cui vengono realizzati i Prodotti a Marchio Coop.

Coraggiosi perché vogliamo far crescere conoscenza e consapevolezza senza cercare slogan o facili scorciatoie. Coop ha voluto ancora una volta alzare l'asticella, spostare il traguardo un metro avanti. Ancora una volta Coop anticipa i tempi, come già per le grandi campagne del passato: dall'eliminazione del fosforo nei detersivi ad una norma più stringente sull'utilizzo degli agrofarmaci, auspichiamo che il nostro approccio possa diventare la traccia di una normativa attesa e da molto tempo in fase di discussione. Il contesto è complicato e in alcuni casi anche contraddittorio (www. cooporigini.it), ma siamo convinti che il Made in Italy non si difenda chiudendosi o peggio raccontando mancate verità, ma al contrario aprendosi al confronto ed accettando quelle sfide globali su qualità, sicurezza ed efficienza produttiva che lo scenario ci impone. L'85% dei produttori del nostro Prodotto a Marchio Coop sono italiani ed il 60% delle materie prime che compongono i nostri Prodotti sono coltivate in Italia.
Tuttavia, l'Italia è contemporaneamente l'ottavo esportatore al mondo di prodotti alimentari finiti, ma il settimo importatore di materie prime. Senza importazioni massicce, che mediamente superano il 50% del fabbisogno, di interi comparti produttivi, dai cereali alle carni, dagli oli di semi allo zucchero, in Italia non solo non ci sarebbe un'agroindustria, ma nemmeno cibo a sufficienza.

Il Made in Italy non lo si difende solamente mettendo il tricolore in etichetta, ma mantenendo comportamenti coerenti e leali, tra chi produce e chi fa la spesa. Per trovare un nuovo equilibrio tra i passaggi della filiera: luoghi e sistemi di produzione, controlli e garanzie, bisogna prima di tutto conoscerli e gestirli nell'interesse di chi consuma. In una parola essere trasparenti.
 
Maura Latini
Direttore generale di Coop Italia

Share

COOP ITALIA

Via del Lavoro 6/8 40033 Casalecchio di Reno BO
Iscrizione Registro Imprese C.C.I.A.A. di Bologna I.R. 00715170155 P.I. 01515921201