Le domande più frequenti sulla vita degli animali domestici

ai tempi del coronavirus

In questo momento di emergenza, in cui siamo tutti chiamati in prima persona ad impegnarci per combattere la diffusione del coronavirus, modificando le nostre abitudini e limitando ogni tipo di spostamento, i proprietari di animali domestici si stanno interrogando su come tutto questo influisca sulla cura e la salute dei propri pet.

Ecco le risposte ad alcune delle domande più frequenti.

POSSO USCIRE CON IL MIO CANE?

Portare fuori il cane e portarlo dal Veterinario è una "comprovata esigenza primaria non rinviabile": lo scrive la Polizia di Stato nelle infografiche ufficiali pubblicate on line, pur circostanziando la deroga nel contesto generale di rigorose restrizioni e limitazioni alla mobilità e alle attività sociali. La passeggiata è però finalizzata alle esigenze fisiologiche dell’animale e dunque deve avvenire nelle vicinanze della propria abitazione e per il tempo strettamente necessario.

Bisogna ogni volta dotarsi dell'autodichiarazione scaricabile dal sito del Ministero dell’Interno. Documento che bisogna portare con sé anche quando ci si reca dal veterinario per i controlli estremamente necessari. È necessario consultarsi sempre preventivamente con il proprio medico veterinario per capire se la visita al pet è necessaria o differibile.

 

I NEGOZI PER ANIMALI RESTERANNO APERTI?

I negozi per animali rientrano nell'elenco degli esercizi commerciali che resteranno aperti, in quanto, come affermato dal Direttore Generale per la Salute Animale, l’alimentazione animale (inclusa quella degli animali da compagnia) è attività non differibile e quindi la produzione e distribuzione dei mangimi, incluso il pet food, è da considerarsi attività di prima necessità. 

 

CHE NORME IGIENICHE DEVO SEGUIRE CON IL MIO PET?

Prima regola: gli animali da compagnia non diffondo il nuovo Coronavirus. Lo dicono tutte le autorità sanitarie mondiali, ricordando una misura di ordinaria igiene: lavarsi le mani con acqua e sapone dopo ogni contatto con il proprio pet. Detto questo, i veterinari consigliano di seguire alcuni comportamenti che sono sempre validi, ma che lo diventano ancora di più in questi giorni: curare l’igiene del proprio pet, spazzolandolo spesso per rimuovere il pelo in eccesso, proteggendolo dai parassiti esterni, come pulci o zecche e utilizzando le salviettine igienizzanti per animali per tenere pulito il pelo e le zampe al ritorno dalla passeggiata.

 

A cura di Mypetclinic Clinica Veterinaria