Imposta il tuo punto vendita preferito
Avviso di richiamo prodotti

Pic-nic in campagna? 10 regole da rispettare

PIC-NIC IN CAMPAGNA? 10 REGOLE DA RISPETTARE

Primavera tempo di pic-nic! I primi tepori e il sole decisamente più caldo vi sproneranno sin da subito a passare i giorni liberi fuori casa, non fosse altro che per i vostri pargoletti è il massimo stare a contatto con la natura e giocare all’aria aperta.

Armi e bagagli, l’idea più green, più rapida e di sicuro divertimento per i primi week-end di svago è senza dubbio proprio quella di imbastire un bel pic-nic, tenendo ben presente che immergersi anche solo per un giorno nella natura significa rispettarla in tutte le attività che andremo a fare: dagli spostamenti alle vettovaglie da usare, dai giochi da fare ai comportamenti da tenere.

Tutti, bimbi compresi, dovremo fare in modo che un pranzo in un parco sia anche l’occasione buona per insegnare all’altro il rispetto di un prato in fiore, di piante e animali, di corsi d’acqua e persone del luogo.

Come organizzare, allora, un bel pic-nic sostenibile che non abbia alcun impatto sull’ambiente?

Ecco 10 regole da rispettare:

Tutti a piedi! (o quasi)
Laddove possibile, quanto è bello giungere al posto candidato per la vostra fuga a piedi o in bicicletta? Scegliete un luogo facilmente raggiungibile senza auto, magari con i mezzi pubblici. E, se è proprio necessario spostarsi con la macchina, fate almeno in modo di prenderne il minor numero possibile (più famiglie per ogni macchina).

Siate oculati nella scelta dei cibi da portare
Lo sapete bene che non tutti gli alimenti sono adatti a uscire da casa, soprattutto quando il sole è molto alto. Per questo motivo evitate roba come la maionese, i formaggi facili a sciogliersi, i frutti di mare e tutto ciò che rischia di fondere.
Classici dei classici per un’uscita fuori porta sono le insalate di riso, le frittate, le torte rustiche o i panini. E se non volete fare a meno dei dolci, via libera a crostate e a torte morbide, da portare già affettate, oppure a biscotti di pasta frolla o a muffin.

Borse per trasportare il cibo
Anche se non c’è roba che si degrada facilmente col calore, non può mancare la borsa refrigerante, nella quale, però, è bene seguire un ordine preciso e corretto delle pietanze. Per questo, sarà più comodo riporre sul fondo i cibi da prendere in ultimo, come la frutta o i dolci, mentre in cima ci saranno le prime portate da consumare. Le bevande in un contenitore a parte.

Il cestino per i professionisti del pic-nic
Se siete soliti fare regolarmente dei pic-nic, perché non investire in uno di quei cesti con posate e stoviglie incorporate? Oltre che stupendi, vi faranno evitare di comprare ogni volta bicchieri, piatti o forchette usa e getta. In ogni caso, ognuno per sé non dovrebbe mai dimenticarsi di portare da casa ognuno coltello, forchetta, cucchiaio e bicchiere.

Piatti e bicchieri biodegradabili
Una scelta green sono i piatti completamente biodegradabili vivi verde Coop. Prodotti in PLA, un materiale di origine naturale derivante dall'amido di mais, sono un valido alleato nel rispetto del pianeta. Idem per i bicchieri biodegradabili e compostabili vivi verde Coop, anch’essi in PLA Ingeo (Acido lattico Polimerizzato).

Tovaglioli
In un pic-nic i tovaglioli non possono mancare. Anche in questo caso, la scelta d’acquisto deve ricadere su un prodotto quanto meno ecosostenibile, come i tovaglioli doppiovelo vivi verde Coop, prodotti con un ridotto impatto su aria e acqua e con un basso consumo di energia. Anche l’involucro è biodegradabile e compostabile in Mater-Bi.

Fuoco solo se necessario!
Esperienza ci insegna, ahinoi, che il fuoco è il peggior nemico dei boschi. Se avete l’intenzione di accenderne uno, siete tenuti a usare solo i punti fuoco predisposti, laddove esistono. Se non sono previsti, desistete dall’idea di una brace.

Per le pelli più sensibili
Insetti o piante orticanti potrebbero dar fastidio magari ai più piccoli. Per questo motivo è utile portare con voi un unguento repellente autoprodotto con tea tree oil, olio di mandorle dolci e neem e uno post-irritazioni a base di calendula.

Entrate in armonia con la natura
Se avvistate degli animali, tenetevi a distanza per non spaventarli e tenete sotto controllo anche i vostri cani. Considerate, e insegnatelo ai vostri cuccioli, che anche i rettili, gli invertebrati o gli insetti meritano rispetto perché fondamentali nell’equilibrio della biodiversità del posto. Se avete la fortuna, inoltre, di scovare minerali o fossili, lasciateli dove sono. Se sono lì da milioni di anni non sarete voi a estirparli da lì. Infine, silenzio! Impariamo a rispettare la grandiosità di un luogo incantato, senza schiamazzi o urla disumane.

I rifiuti al loro posto!
Ultimo vostro inderogabile compito è lasciare così come lo avete trovato e anche più pulito. Non dimenticate a casa dei sacchetti e differenziate i rifiuti.

 

BICCHIERI BIODEGRADABILI VIVIVERDE
PIATTI BIODEGRADABILI VIVIVERDE
TOVAGLIOLI DOPPIOVELO VIVIVERDE