Imposta il tuo punto vendita preferito
Avviso di richiamo prodotti

Coop aiuta la ricerca sull'Alzheimer

La ricerca sulla malattia di Alzheimer in Italia 25 progetti di ricerca per tre anni, i risultati e le prossime sfide.

Dallo stile di vita alle terapie non farmacologiche, dalla diagnosi precoce all’identificazione di nuovi bersagli terapeutici, sostenendo il percorso di crescita di una nuova generazione di ricercatori italiani specializzati.

Martedì 28 gennaio presso il Ministero della Salute a Roma:

Intervengono:

Prof. Monica Di Luca 
Vice Presidente Airalzh Onlus, Professore Ordinario di Farmacologia dell’Università degli Studi di Milano, Presidente European Brain Council

Prof. Sandro Sorbi 
Presidente Onorario Airalzh Onlus, Professore Ordinario di Neurologia dell’Università degli Studi di Firenze, Direttore Neurologia I dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi, Firenze

Dott.ssa Maura Latini
Amministratore Delegato Coop Italia

Prof. Alessandro Padovani
Fondatore e Membro Consiglio Direttivo Airalzh Onlus, Professore Ordinario di Neurologia, Direttore della Clinica di Neurologia, Università degli Studi di Brescia

Dott. Luca Bernareggi
Presidente ANCC Coop

Prof. Alessandra Mocali
Presidente Airalzh Onlus, biologa ricercatrice e Prof. Agg. in Patologia Generale Università degli Studi di Firenze

Alcuni ricercatori della rete Airalzh Onlus
Modera: Michele Farina Giornalista e Presidente Alzheimer Fest

 

COS'E' L'ALZHEIMER

Il termine “demenza” è utilizzato per descrivere diverse malattie che comportano l’alterazione progressiva di alcune funzioni: memoria, pensiero, ragionamento, linguaggio, orientamento, personalità e comportamento. La gravità di queste malattie è tale da interferire con la vita quotidiana.

La malattia di Alzheimer è la più comune causa di demenza: rappresenta il 60% di tutti i casi. È un processo degenerativo che colpisce progressivamente le cellule cerebrali, provocando quell’insieme di sintomi che viene definito “demenza”, ovvero il declino progressivo e globale delle funzioni cognitive e il deterioramento della personalità e della vita di relazione.

Solo in Italia l’Alzheimer conta più di 600mila malati, il 4% degli over 65. Diversamente da quanto si crede, la malattia non colpisce solo le persone in età avanzata: casi di Alzheimer precoce, infatti, sono segnalati tra soggetti di età compresa fra i 30 e i 60 anni.



COOPERIAMO PER ALIMENTARE LA RICERCA.

Coop, in coerenza con il suo sistema di valori e il suo impegno nel sociale, ha scelto di sostenere la ricerca Airalzh in maniera attiva attraverso la campagna «Non ti scordar di te».

 

AIRAlzh

Associazione Italiana Ricerca Alzheimer Onlus,

promuove su scala nazionale la ricerca medico-scientifica sull’Alzheimer,
distinguendosi da altre organizzazioni che si occupano di assistenza ai malati
e alle loro famiglie.



 

IN CAMPO CONTRO L’ALZHEIMER.

La campagna “Non ti scordar di te” sostiene 25 giovani scienziati nelle Università Italiane di eccellenza e va intesa come una partita da vincere attraverso la ricerca medico-scientifica. Con il suo aiuto e supporto, Coop vuole contribuire attivamente all’attività di Airalzh di ricerca di nuove terapie per fronteggiare malattie delle quali sono portatori in Italia già oggi 1.400.000 persone ed il cui numero in assenza di cure è destinato ad aumentare.

 

Share