Imposta il tuo punto vendita preferito
Avviso di richiamo prodotti

Rapporto Coop 2014
Consumi e Distribuzione

Se il 2014 è stato l'anno della "ripresa che non c'è stata", il 2015 sarà se non altro quello della "luce in fondo al tunnel". Le famiglie italiane allenteranno, seppur di poco, la cinghia, il recupero benchè lieve del Pil quantificabile in un + 0,5% consentirà un minimo di sollievo e i consumi delle famiglie che già nel 2014 hanno smesso di cadere (+0,3%) mostreranno nel 2015 qualche segno positivo: in totale un +0,7%.
Ancora troppe le variabili (tra cui l'andamento ancora preoccupante della disoccupazione e il conseguente degrado sociale) per decretare la fine della crisi nel nostro Paese, ma spira comunque aria di cauto ottimismo.
E' ancora boom dell'eCommerce con una crescita nella stagione natalizia stimabile in quasi il 30% e la possibilità di triplicare a quota 40 miliardi nell'arco di un quinquennio.
Sono i dati e le previsioni di Coop, la prima catena della grande distribuzione in Italia all'indomani delle festività desumibili dal Rapporto Coop "Consumi e distribuzione" redatto in collaborazione con Ref Ricerche e Nielsen, ora in versione completa dopo l'anteprima digitale dello scorso settembre. 
 
 
 
(utilizzando l'apposita icona  in alto a sinistra nella versione sfogliabile)
 
 
 
 
Puoi anche scaricare la versione PDF
(utilizzando l'apposita icona  in alto a sinistra nella versione sfogliabile)
 
 
L'anteprima del Rapporto in versione App (settembre 2014) è disponibile nei rispettivi store. E' possibile accedere direttamente cliccando sull'icona corrispondente.
 

 
 
 
 
 

Share

Quelli che...



Quelli che vedono il bicchiere sempre mezzo pieno, anche se sono arrivati in Italia con un barcone, hanno visto crollare l'Aquila, toccano con mano il dolore di una corsia d'ospedale o più semplicemente si sono inventati vie di fuga per una migliore quotidianità. Quelli che sono nostri possibili vicini di casa, nomi e facce che troviamo su facebook, persone con cui stiamo per condividere un passaggio in auto o una serata in un pub a tifare la squadra del cuore. Perché l'abbonamento allo stadio è un lusso che non ci si può più permettere.

Quelli che nonostante tutto vivono e pensano in positivo.



Produzione Amaranta media - regia di Luca Scaffidi

Francesca: car sharing a Roma

La libertà non fa rima con il possesso dell'auto. E' il credo di Francesca, architetto, romana, divisa da sei anni fra la bicicletta e il car sharing. Un modo per risparmiare ma anche per dimostrare a chi la circonda e al suo bambino che è possibile vivere in modo più sostenibile in una città tanto caotica.
IN ITALIA CIRCOLANO 37 MILIONI DI AUTOVETTURE MA SE NE COMPRANO SEMPRE DI MENO (-1,4% primo semestre 2014)

Alessandra: coworking a Bologna

Qui si condivide la scrivania dell'ufficio, ma si ha anche una tata a metà. Alessandra, libera professionista e da poco mamma, lavora a Bologna in uno spazio di coworking assieme ad altri freelance. Così ha provato a rispondere all'aumento della richiesta di flessibilità sul lavoro senza gravare sui costi.
1,39 NUMERO MEDIO DI FIGLI PER DONNA IN ITALIA E SOLO 514.000 I NUOVI NATI (2013)

Marta: studentessa a Milano

Marta ha 20 anni e vive a Milano. E' una teenager che prova a investire sul suo capitale umano: fotografia, viaggi e filosofia. Alla ricerca di una strada e di un lavoro.
TRA I 25 E I 34 ANNI SOLO IL 22,7% POSSIEDE LIVELLI DI ISTRUZIONE UNIVERSITARIA (CONTRO IL 36,1% DELLA MEDIA UE)

Luca: dopo la separazione, co-housing a Roma

Sotto lo stesso tetto a Roma. Il co-housing aiuta Luca, musicista e musicoterapeuta, a superare le difficoltà economiche. Padre di un bimbo e separato dalla sua ex compagna divide gioie, dolori e spese impreviste con un altro papà separato.
IL 15% DEGLI ITALIANI SI DICHIARA DISPONIBILE A CONDIVIDERE LO STESSO TETTO

Ari: immigrato, ora cuoco a Roma

L'avventura di Ari è iniziata su un gommone stipato con altri 40 in fuga dall'Albania, ma dopo mille sacrifici e disparati lavori ora è sposato con un'italiana, ha un bambino e lavora come cuoco. Arrivare a fine mese è sempre una sfida, ma lui sorride e continua a cucinare
80.000 PERSONE HANNO LASCIATO IL PAESE, 279.000 I NUOVI ARRIVATI (IN CALO di OLTRE 40.000)

Lorenza: personal shopper a Roma

Per chi opera nel settore dell'abbigliamento sono tempi grami. Ma c'è chi ha fatto di necessità virtu': Lorenza è una personal-shopper, accompagna i suoi clienti e li consiglia per trovare uno stile che li rappresenti, ma anche per spendere al meglio. L'attenzione al prezzo combinato alla qualità è un diktat comune.
ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI IN CADUTA LIBERA -6,7% DELLE VENDITE nel 2013, LA RIDUZIONE PIU' GRAVE DEGLI ULTIMI 20 ANNI

Diego: all'Aquila ricostruire è rivivere

Per Diego ricostruire è come rivivere. Ingegnere all' Aquila per nascita e professione ha visto la sua città crollare nel terremoto del 2009. Tra le macerie racconta la voglia di rinascere di un'intera popolazione.
-28% PER CENTO LA PERDITA DI PRODUZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI (2008-1 semestre 2014)

Graziella: un welfare migliore a Torino

Graziella vive a Torino dove lavora per una cooperativa sociale in cui i lavoratori hanno aderito alla Società mutua Pinerolese. In tempo di crisi del welfare questa è la dimostrazione di come i cittadini, autoorganizzandosi, riescano a trovare il modo di garantirsi un servizio sanitario migliore e completo.
3 ITALIANI SU 10 HANNO TAGLIATO SULLA SALUTE

Simona: calcio passione Napoli ma non più allo stadio

Un tempo la passione per il pallone passava attraverso l'abbonamento allo stadio. Ora che i conti non tornano, Simona napoletanissima si è organizzata in altro modo e tifa Napoli nel pub sottocasa in compagnia di altri amici tifosi. Nel cuore (o meglio sull'orologio e dentro l'anta dell'armadio) vigila il sempreverde Maradona.
IL 57% DEGLI ITALIANI AMMETTE DI NON SPENDERE PIU' NULLA PER L'ACQUISTO DI UN BIGLIETTO DI UNA PARTITA DI CALCIO

Marina: eco-blogger a Caserta

Dal cartaceo al blog. Fisicamente Caserta, virtualmente il web. E' lì che abita Marina, eco-blogger curiosa e intraprendente, che si occupa di consumi, etichette, tendenze, qualità dei cibi. Racconta come cambiano le scelte e le richieste degli italiani nonostante il rigore imposto dalla crisi.
IL 78% DELLE FAMIGLIE ITALIANE USA IL WEB PER RACCOGLIERE INFORMAZIONI SUI PRODOTTI, IL 37% CONSIDERA LE INFORMAZIONI LI' TROVATE LE PIU' AFFIDABILI