Anche quest’anno sono a presentarvi il Rapporto di Sostenibilità e Valori Coop, un documento che associa i risultati economico-sociali delle azioni sui Prodotti Coop con i valori fondanti di Coop da sempre espressi dal nostro Prodotto a marchio.
Il 2017 si è aperto con la nascita di un progetto forte che segna un bel punto di svolta a favore della salute delle persone
e del benessere degli animali: la campagna “Alleviamo la Salute”.
L’iniziativa, che ha trovato forte apprezzamento nel Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, vuole anzitutto contribuire a contrastare l’antibiotico resistenza, un problema emergente in sanità pubblica determinato, fra le altre cause, anche dall'abuso di antibiotici negli allevamenti. Le conseguenze possono essere gravissime per la salute umana: infezioni anche comuni, precedentemente curate senza difficoltà, possono non rispondere in maniera risolutiva ai farmaci disponibili.

Ma Alleviamo la Salute è anche una delle risposte di Coop al dibattito sulla sostenibilità dei diversi modelli agricoli e alimentari e alle politiche per il perseguimento degli obiettivi di sicurezza alimentare e di qualità ambientale. Ora, grazie all’impegno per il miglioramento della qualità della vita nelle filiere animali degli allevamenti destinati ai Prodotti Coop, crediamo di contribuire al cambiamento positivo della produzione nel nostro paese. È inoltre una sfida per i nostri competitor a seguirci su questo terreno per portare un vantaggio concreto a tutti i clienti ma anche a tutta la produzione italiana.
Con questo progetto vogliamo continuare a tenere alta l’asticella sui temi della salute, dell’etica e della tutela dell’ambiente che da sempre ci contraddistinguono; ma vogliamo segnare anche una nuova tappa nel percorso di miglioramento della tracciabilità e dei controlli lungo tutta la filiera, dal mangime al prodotto finito. Attualmente sono coinvolti nel progetto tutti i nostri allevamenti, ben 1.600 in tutta Italia con oltre 30.000.000 di animali ogni anno. Questi volumi danno il senso di come il Progetto incida in maniera significativa su un pezzo veramente rilevante dell‘economia del sistema agricolo del nostro paese.
Il progetto proseguirà anche per tutto il 2018 con l’estensione a nuove filiere, dai bovini, ai salumi, agli ovoderivati, al pesce.

Il 2018 sarà un anno molto importante anche perché festeggeremo il settantesimo anniversario della nascita del Prodotto a marchio Coop: una celebrazione della nostra storia, certamente, ma con lo sguardo ben fissato all’oggi e soprattutto al domani.

Tornando al 2017, siamo stati orgogliosi di partecipare allo storico concerto del Primo Maggio a Roma per celebrare il primo anno dei “Buoni e Giusti”, la campagna partita nel 2016 volta a promuovere la legalità in generale e l’eticità delle filiere ortofrutticole a rischio e a contrastare il lavoro nero e il fenomeno del caporalato. Sul palco del Primo Maggio, a raccontare questo impegno sono stati ispettori e lavoratori che hanno portato le loro storie nel segno della legalità del lavoro. Sulle 13 filiere ortofrutticole dei nostri Prodotti a marchio considerate più esposte ai rischi di illegalità e di sfruttamento, abbiamo infatti aumentato verifiche e controlli, e spesso con la piena collaborazione dei nostri fornitori. Questo perché per noi la produzione dei Prodotti a marchio Coop non può prescindere dalla responsabilità sociale verso i lavoratori impegnati in tutte le fasi di produzione, così come non può prescindere dal rispetto dell’ambiente che ci circonda.

Veniamo infine alla sostenibilità ambientale, tema da sempre nella nostra agenda, e certamente destinato ad avere sempre più spazio nelle nostre attività anche in futuro.
Quest’anno abbiamo compiuto un ulteriore passo in avanti: il programma Coop for Kyoto, iniziato nel 2006 con l’obiettivo di lavorare insieme ai fornitori di Prodotto Coop per ridurre volontariamente le emissioni di gas serra, nel tempo ha ampliato le tematiche di interesse includendo altri temi strettamente correlati alla sostenibilità. L’energia, ma anche i consumi idrici, i rifiuti, l’utilizzo di materiali riciclati, le certificazioni adottate, la lotta
allo spreco: evolvendosi così, nel 2017, in “Coop: insieme per un futuro sostenibile”.
Dall’inizio del progetto abbiamo ricevuto una crescente adesione dei fornitori, che numericamente sono passati da poche decine ad oltre trecento, a dimostrazione del fatto che questi interventi, oltre a portare ad un beneficio per l’ambiente e per l’uomo, possono generare un beneficio economico per le aziende. Così ad oggi, in base ai valori da loro stessi dichiarati, abbiamo raggiunto un risparmio complessivo di circa 500.000
tonnellate di C02 non immesse in atmosfera.
È un avanzamento importante sul tema dell’ambiente, ma da considerare solo come una tappa significativa di un percorso che viene da lontano e proseguirà, ancora più forte e chiaro nei contenuti nel corso del 2018, con impegni che avremo modo di condividere
durante l'anno.

Concluderò quindi dicendo che etica, responsabilità e partecipazione – i valori che insieme a trasparenza e sicurezza non ci stanchiamo di perseguire - sono tutti accomunati dalla consapevolezza che il benessere non può essere esclusivamente individuale ma deve essere condiviso: è questo che rende il Prodotto a marchio Coop non soltanto buono ma “buono e giusto”.

Maura Latini
Direttore Generale di Coop Italia