Imposta il tuo punto vendita preferito
Avviso di richiamo prodotti

La pesca sostenibile

A raccontare l'impegno Coop per la tutela delle risorse ittiche nei mari di tutto il mondo, dall'estate 2014 è un unico logo, in cui alla silouette di tre pesci in campo azzurro, si unisce la scritta "Pesca sostenibile". Questo marchio che compare su una parte delle confezioni di prodotti ittici Coop, è il riassunto di un impegno che dura ormaida 16 anni verso la sostenibilità e la qualità dei prodotti ittici.

Alla base di questa decisione sta prima di tutto la volontà di aiutare il consumatore a fare una scelta consapevole e informata su ciò che acquista in maniera semplice e chiara. Per questo abbiamo deciso di realizzare un nostro marchio che riunifichi e si ricolleghi ai principali schemi di certificazione o criteri di riferimento tra cui Dolphin Safe, Friend of the Sea ed altri.

Come Coop abbiamo sempre creduto e fatto scelte volte alla tutela dei mari in termini di Pesca Sostenibile, puntando a una migliore e corretta gestione degli ecosistemi marini, per una pesca rispettosa dei mari e delle popolazioni costiere che da essi dipendono.

Il primo passo di questo impegno risale al 2001. Coop è stata infatti la prima catena distributiva italiana ad essere inserita nell'elenco ufficiale delle aziende certificate "Dolphin safe" per la pesca del tonno.

Dall'anno successivo Coop ha inoltre aderito al progetto "Friend of the Sea" (Amico del Mare), per un'attività di pesca che deve essere:


• ecologicamente e socialmente sostenibile
• nel rispetto degli ecosistemi marini
• effettuata in aree dove la risorsa ittica è gestita in maniera sostenibile
• effettuata con metodi selettivi e non dannosi per l'ecosistema, nel rispetto del Codice di Condotta per la Pesca Responsabile della FAO.

Oggi l'utilizzo del marchio Pesca Sostenibile di Coop, in un'ottica di miglioramento delle condizioni degli ecosistemi marini e di sensibilizzazione sulla tematica di tutta la filiera produttiva fino ai consumatori, è possibile anche nel caso di garanzie fornite da altri schemi riconosciuti a livello mondiale.

Per tutte le materie prime ittiche che vengono utilizzate nei prodotti a marchio Coop deve essere disponibile la rintracciabilità completa della materia (presente in percentuale significativa all'interno del prodotto) in modo tale da potere risalire alle barche; Coop controlla a campione l'efficacia di tale richiesta. 

Inoltre Coop ha riconfermato ai fornitori che sono vietati la pesca illegale ed i trasbordi in mare e che deve venire escluso l'impiego di pesce pescato da pescherecci in black list ufficiali; si tratta di  elementi che sebbene cogenti sono inseriti all'interno dei requisiti contrattuali per il prodotto a marchio Coop. Ai fornitori viene, secondo piani definiti, richiesta evidenza dei requisiti relativi al prodotto a marchio.

La scelta di Coop realativa al settore dell'ittico ha coinvolto sia i fornitori appartenenti al settore della pesca, sia quelli del settore dell'acquacoltura. Il coinvolgimento anche dell'allevamento ha rappresentato un'assoluta novità in quanto si è trattato di una delle prime esperienze a livello mondiale.

Coop mantiene inoltre rapporti di collaborazione con i principali stakeholder del mondo produttivo ed ambientalista per raccogliere informazioni, spunti e miglioramenti alla propria policy  per mantenersi tra le aziende all'avanguardia sul tema della sostenibilità ambientale dei prodotti ittici a proprio marchio. Coop, prima fra i distributori italiani, risponde con fatti concreti alle richieste dei consumatori, facendosi parte attiva verso il mondo della pesca e della trasformazione, ed anche verso gli altri interlocutori interessati a questi temi.

IL TONNO

Coop si è impegnata a dare inoltre specifiche garanzie sulla pesca del tonno sul quale vengono comunque garantiti i requisiti di rintracciabilità del prodotto ittico con garanzie specifiche in relazione al tipo di materia prima impiegata che deve rispettare standard di sostenibilità del prodotto e dei metodi di approvvigionamento.

Tutto questo viene garantito grazie a rigorosi capitolati ed a ispezioni effettuate da parte di Coop Italia  per verificarne la corretta attuazione da parte dei fornitori ed il rispetto dei requisiti nei vari punti della filiera produttiva.  Durante le verifiche ispettive pianificate secondo una frequenza definita, viene verificato il rispetto degli  standard a cui la materia prima fa riferimento.

Recentemente sono stati implementati anche controlli sulle filiere di tonno a marchio Coop finalizzati alla verifica di tematiche di sostenibilità ambientale della pesca, nonché di etica/legalità relativamente alle condizioni dei lavoratori, operanti nelle aree del mondo anche molto distanti dall'Italia, nell'ambito della pesca e della prima lavorazione del tonno.

Sono stati inoltre individuati criteri per migliorare la sostenibilità dei prodotti di tonno a marchio Coop, attualmente realizzati a partire da tonni adulti della specie Thunnus albacares (il cosiddetto "Pinna Gialla").

Il tonno a marchio Coop deve essere approvato Dolphin Safe (salvaguardia dei delfini durante la pesca del tonno);  inoltre sono richiesti requisiti minimi relativamente alla taglia minima del pesce pescato (20kg), al fatto che la materia prima utilizzata sia certificata o FOS o secondo altri schemi di certificazione, che vengano usate esclusivamente reti a circuizione,  nonché che vengano utilizzati FAD (sistemi di aggregazione del pesce)  solo però in assenza di reti impiglianti per evitare le catture accidentali.

 

Inoltre è vietato l' utilizzo dei long liners (palamiti), sono ribaditi anche divieti cogenti quali la pesca illegale ed i trasbordi in mare ed è inoltre escluso il pescato da pescherecci inseriti in  black list ufficiali.

Non può venire utilizzato né venduto tonno rosso : infatti nel maggio 2007, Coop ha deciso, con grande senso di responsabilità, di sospendere nei propri negozi la vendita di tonno rosso (Thunnus thynnus), valutabile in circa 6.000 tonni all'anno. E' stato in questo caso utilizzato un criterio decisamente più restrittivo rispetto all'appello che il WWF aveva rivolto alle aziende, nel quale si chiedeva di rinunciare ad almeno la metà di questo tipo di tonno. Con questa campagna di sensibilizzazione, Coop è stato il primo distributore italiano ad accettare la sfida della salvaguardia di una specie commerciale a rischio di estinzione.

Il trancio del tonno fiorfiore è realizzato con tonni "Pinna Gialla", pescati tramite il tradizionale metodo di "pesca a canna" e lavorati interamente in Italia. Sulle confezioni di questo prodotto è riportato, oltre al marchio Pesca Sostenibile, anche il marchio "Pescato a Canna" per dare questa ulteriore informazione relativa al metodo di pesca.

Non sono invece al momento usati per i Prodotti Coop tonni di altre specie.

Va inoltre ricordato che, a partire dal 2012, all'interno del "cluster", il cartoncino che riunisce più scatole di tonno presenti sullo scaffale, sono indicate informazioni ulteriori relative  alle zone di pesca, ed anche alcuni dettagli sull'impegno di Coop.

Nel marzo 2017 Coop ha sottoscritto, insieme ad oltre 60 organizzazioni interessate alla filiera del tonno, fra cui trasformatori, distributori ed organizzazioni non governative, una lettera di intenti  indirizzata alle principali organizzazioni che, a livello mondiale, gestiscono i criteri che regolano la pesca del tonno. Si tratta di IOTC, IATTC, ICCAT E WCPFC, rispettivamente per Oceano Indiano, Atlantico e Pacifico Centrale.

Infine a novembre 2017  abbiamo firmato una position paper promossa da WWF stilata in previsione del meeting dell'International Commission for Conservation of Atlantic Tunas - ICCAT dal 14 al 22 novembre (Marrakech) . In questo evento è stata definita la strategia di gestione degli stock delle diverse specie di tonno dell'Atlantico e del Mediterraneo per i prossimi anni. Tale documento è stato sottoscritto dai più importanti player del settore.

Coop auspica che, in questo modo, possano essere migliorati questi criteri per ottenere una maggiore sostenibilità della materia prima impiegata e, nello stesso tempo, per fornire maggiori garanzie ai consumatori sul tonno impiegato.


LE ALTRE SPECIE ITTICHE

Con l'adozione nel 2002 dello standard Friend of the Sea, Coop si è impegnata a dare garanzie sulla pesca delle altre specie ittiche commercializzate a marchio Coop in presenza di materia prima disponibile.

Dal 2014, come per il tonno, i prodotti ittici qualora possibile sono garantiti dal marchio Pesca Sostenibile, che prende in considerazione anche le garanzie fornite da ulteriori standard in relazione al fatto che Coop è aperta a valutare i requisiti e gli standard finalizzati alla tutela degli ecosistemi marini. Attraverso verifiche ispettive eseguite da personale qualificato vengono controllati gli approvvigionamenti nelle diverse aree del mondo, e gli  stabilimenti di trasformazione.

Tali garanzie sono fornite su alcuni prodotti  "pescati" (conserve di pesce a marchio, prodotti di gastronomia e surgelati) ed anche sul pesce allevato: trota, spigola, orata, rombo e persico-spigola.

Share