Miniguida cane indoor

miniguida:

IL CANE INDOOR

La domesticazione del cane risale a ben 12mila anni fa, ed è subito risultato evidente che cane e uomo sono sempre state due specie adatte a convivere. Da allora il loro rapporto si è evoluto fino ad arrivare alla totale sintonia dei nostri giorni.

Nel corso dei millenni il processo di domesticazione è stato tale che molte razze canine hanno ormai come habitat naturale le mura domestiche. 
Oggi sono molti i cani che si sono perfettamente adattati alla vita indoor, comodamente sdraiati sui divani di casa! 

Se sono tante le razze a proprio agio nelle nostre case, bisogna però tenere in considerazione alcuni importanti aspetti per permettere loro di vivere serenamente in appartamento.

L’educazione è alla base di tutto…

Il cane è un animale sociale che in origine viveva in branco: il suo branco oggi siamo noi e la nostra famiglia.

Una volta individuato un capobranco all’interno del nucleo famigliare, questi ha il dovere di infondere al cane sicurezza e di dedicarsi a lui: in questo modo la convivenza sarà un totale successo. 

Una buona educazione è come la scuola per i bimbi: insegnerà al nostro amico le regole necessarie per stare al mondo e all’interno di un contesto sociale.

Ma cosa dobbiamo fare perché il cane ci consideri la sua guida sicura?

Soddisfare i suoi bisogni essenziali di acqua, cibo e di un tetto sulla testa.

Passare molto tempo con lui e condividere il maggior numero di esperienze possibile.

Trovare dei momenti per farlo stare con altri cani.

Imparare a capire il suo linguaggio per poter comunicare in modo efficace.

Educarlo, appunto, con regole utili alla convivenza con gli umani e gli altri animali.

Potenziare le sue abilità e capacità attraverso il gioco.

Le razze più adatte alla vita indoor

Altro aspetto importante è la scelta dell’amico a quattro zampe. Più grande è il cane, più ha bisogno di muoversi per stare bene, quindi la taglia è il primo elemento da prendere in considerazione. 

Per la vita indoor è meglio non superare la taglia media nella nostra scelta, ma i cani piccoli saranno anche meglio. 

C’è anche un altro aspetto importante da considerare, ovvero se in casa ci sono bambini o meno, perché certe razze sono più o meno adatte alla convivenza con i bimbi.

Ricordiamoci infine, prima di procedere a questo piccolo excursus, che non è affatto necessario che il coinquilino abbia il pedigree. 
Possiamo anche adottare un trovatello, che certamente non mancherà di ricambiarci con un enorme dose di affetto.

1) Se ci piace proprio piccolino piccolino, al primo posto mettiamo il Chihuahua, le cui dimensioni vanno, da adulto, dai 2 kg ai 900 grammi circa per gli esemplari teacup più piccoli. È un cane decisamente adatto a vivere indoor anche perché, proprio per via della sua taglia, all’esterno è a rischio di numerosi incidenti. Pur essendo così minuto è anche forte, coraggioso e determinato. Dai bambini vuole essere rispettato, e non esita a farsi sentire se qualcosa non gli torna col suo abbaio acuto e insistente.

2) Il Cavalier King Charles Spaniel è un cane molto apprezzato per la vita indoor. È docile, dolce e ubbidiente e arriva a un’altezza alla spalla di circa 40 cm. È molto affettuoso e vivace, ha bisogno di giocare e correre, è preferibile quindi farlo uscire il più spesso possibile, per mantenerlo gioioso e in forma. Ama i bambini e solitamente non abbaia molto. 

3) Fra i Terrier di piccola taglia abbiamo una vasta scelta, dal Silky, al West Highland, allo Yorkshire al Jack Russel e altri, tutti piccoli pelosi che hanno in comune un carattere determinato e vivace, usati in origine per la caccia agli animali selvatici nelle tane sotterranee e la cattura di piccoli mammiferi come topi e ratti. Attivi e intelligenti, sono oggi ottimi cani da compagnia, ma instancabili e per questo hanno bisogno che gli venga ritagliato regolarmente lo spazio per sfogare le loro energie. Convivono bene con i bambini e anche con altri cani.

4) Il bianco Maltese dal lungo pelo soffice è, come il Cavalier King, molto dolce e docile. Razza molto antica – pare che se ne abbiano testimonianze già dai tempi di Romani ed Egizi –, arriva a 25 cm alla spalla circa, è intelligente e giocherellone, molto affettuoso, coraggioso e di buona salute. Si affeziona molto ai componenti della famiglia ed è anche, a dispetto delle dimensioni, un ottimo cane da guardia, sensibile al minimo rumore. È adatto ai bambini.

5) Impossibile trascurare il Barboncino nano, che non supera i 35 cm alla spalla e dal pelo arricciato, soffice e lanoso. È un canino molto giocherellone e per questo amato dai bambini, docile e socievole. E anche facile da educare e per questo adatto ad attività di agility.

6) Anche il Carlino è un cane da compagnia molto apprezzato per la vita indoor. Il particolare aspetto del muso schiacciato – che peraltro comporta qualche problemino nella respirazione – lo rende buffo e simpatico, e l’indole docile e pacifica ne fa un perfetto coinquilino. Attivo e per nulla aggressivo, adora la compagnia dei familiari, cui ama stare in grembo.

7) Gli amanti dei Bassotti, poi, sono una categoria a sé, appassionata di questi tenaci “cani salsiccia” buffi e divertenti. Docile e vivace, è affettuoso con i membri della famiglia ma un po’ sospettoso nei confronti degli altri cani. Esistono bassotti di diverse taglie e tipologie di pelo, ma tutti contraddistinti dalla forma caratteristica del tronco allungato.

8) Vi ricordate Whisky, l’amico di Lilli nel famoso film Disney? Lui è uno Schnauzer, anch’esso perfetto per stare in casa, dal pelo ruvido, folte sopracciglia e barbetta cespugliosa che rendono il suo aspetto simpatico e un po’ accigliato. Esiste nelle varianti di altezza gigante, medio e nano. Vivace e determinato, è un ottimo cane da guardia oltre che da compagnia, ed è molto tollerante verso le “sollecitazioni” dei bambini…

E se proprio non amiamo le taglie piccole… niente ci vieta comunque di ospitare nella nostra casa un grosso amico peloso; a patto di soddisfare le sue specifiche esigenze.

Un accenno all’alimentazione

Oggi per fortuna l’offerta commerciale di cibo per cani è vasta e variata e consente di offrire loro la dieta che meglio si addice alle sue abitudini e necessità. 

Un cane che vive indoor avrà esigenze diverse da quelle di un cane sportivo o da lavoro, quindi è importante scegliere alimenti secchi e umidi che lo aiutino anche a combattere i problemi di una vita un po’ più sedentaria dei colleghi più dinamici. 

Con una corretta alimentazione e delle sane scelte di vita faremo felice il nostro coinquilino, che saprà ricambiarci con l’affetto e la dedizione che lo rendono davvero unico e speciale. 

A cura di Giunti Editore